IL MONDO
DALL'ALTO

divider.gif (415 bytes)

Uno splendido lavoro di immagini, luci, voci, suoni realizzato da ULDERICA DA POZZO (di Ravascletto) con la preziosa collaborazione narrativa del prof. Gian Paolo Gri (Università di Udine), di Paolo Comuzzi (montaggio) e Massimo Toniutti (sonoro).
Il tema di questo DVD (che merita di essere ospitato nella nostra biblioteca che è anche videoteca) è molto suggestivo: LE MALGHE CARNICHE.
Una realtà che affonda le sue radici in epoche lontanissime e che, ancora oggi, conserva le suggestioni e il fascino del tempo passato che, nella montagna alta, non è affatto passato ma pare quasi sorprendentemente fermato, nonostante i cambiamenti epocali intervenuti negli ultimi decenni e le lunari regolamentazioni europee, giunte a soffocare e a vilipendere un mondo naturale di pace e di tranquillità...
Ecco dunque riapparire invece il semplice e frugale vivere di ieri (che continua anche oggi), le nude immagini di ieri (che persistono anche oggi), le inconfondibili voci di ieri (che si odono anche oggi), gli scarni volti e i lenti gesti di ieri (che si rinnovano anche oggi).
Ulderica è riuscita mirabilmente a fissare in splendide immagini l'atmosfera e il mondo che tra non molto potrebbe essere definitivamente perduto: la transumanza, il pascolo, la mungitura manuale, la lavorazione del latte, la realizzazione del formaggio (çuç), della ricotta (scuete)... E ancora: la vita in montagna alta, i suoi ritmi, le sue suggestioni, i suoi paesaggi, i suoi profondissimi silenzi ed i suoi vasti spazi...
A tratti subentra un forte sentimento di emozione e commozione che ti prende e ti interroga e tu resti catturato da questa realtà che ti sa trascinare in altre epoche ed in altri contesti: non capisci da dove provenga questo sentimento ma lo avverti acutamente mentre osservi le mucche che, in una uggiosa giornata autunnale, ridiscendono il monte alto per infilarsi di nuovo nel mondo "stretto" di sempre...
Credo che questa opera esprima molto di più e molto più profondamente di altre produzioni letterarie o cinematografiche "quello straordinario equilibrio realizzato nell'ambiente di malga, la bellezza struggente dei contesti della montagna alta, la sapienza disillusa ma equilibrata che matura nelle persone che vivono la vita come i malgari, guardando il mondo dall'alto", come sostiene Gian Paolo Gri nel suo incipit...


home.gif (2935 bytes)

 


Cjargne Online
1999-2009© - Associazione culturale Ciberterra - Responsabile Giorgio Plazzotta
I contenuti presenti in questo sito sono di proprietÓ degli autori - Tutti i diritti riservati - All rights reserved
Disclaimer