CUMIERIAS DI MEMORIE

divider.gif (415 bytes)

 

Ad un primo fuggitivo sguardo lo catalogheresti subito come uno dei tanti costosi libri di favole per bambini.

E' un capolavoro! davvero un capolavoro, per i motivi che seguono:

1. Si tratta di una antologia di fiabe e leggende, raccolte e riscritte da DOLORES JOB, relative al territorio della piccola e splendida frazione di Tolmezzo: ILLEGIO. Ma più che fiabe e leggende, sono i RACCONTI che, nelle lunghe file dei freddi inverni del passato, i vecchi sapevano improvvisare o reinterpretare, utilizzando l'arte dei cantastorie; tutti i bambini, sonnacchiosi e fastidiosetti, raccolti attorno al fogolâr, riuscivano così a stare attentamente svegli fino a ore piccole per ascoltare dalla viva voce del von o della vave o del barbe, le terribili storie del passato, sempre condite da un pizzico di fantasia o di creatività che, di stagione in stagione, arricchiva questi mirabolanti racconti: i Pagans, il tesaur di Arve, la magne di Feleteit, i cjascjelans di Dieç, la grote sul Moscjart... Nessun bambino di allora ha mai dimenticato queste storie. Nessun bambino di oggi conosce queste storie. Ecco perchè l'autrice-curatrice ha voluto riproporre queste liendes, proprio perchè non vadano irrimediabilmente perdute e soprattutto perchè anche i bambini del III millennio abbiano la possibilità, in assenza di fogolârs (sostituiti dalla televisione) e di nonni (spediti in ricovero), di assaporare queste fragranti e deliziose fiabe del tempo che fu...

2. le illustrazioni sono semplicemente eccezionali: create espressamente dal maggiore disegnatore russo, Pavel Tatarnikov, un artista indubbiamente versatile, che ha saputo riprodurre nei suoi splendidi disegni a colori: la magica atmosfera di una Illegio medioevale, popolata da personaggi fantastici oppure una insolita Illegio otto-novecentesca ancora misteriosa e affascinante. Ogni illustrazione è opera d'arte e meriterebbe una descrizione particolare: ma più che descrizione, è l'occhio che reclama la sua parte.

3. la lingua utilizzata è in prima battuta quella friulana, variante dieçane, tuttavia in appendice compare la traduzione italiana pressochè letterale (SOLCHI DELLA MEMORIA), per cui questo splendido libro è fruibile non solo dai cjargnei-furlans ma anche da chiunque conosca solo l'italiano.

SE HAI BAMBINI PICCOLI IN CASA O SE DEVI FARE UN REGALO AD AMICI CHE ABBIANO FIGLI PICCOLI, QUESTO LIBRO SARA' CERTAMENTE MOLTO APPREZZATO per la sua originalità e la sua bellezza. E la sua intrinseca saggezza.


home.gif (2935 bytes)

 


Cjargne Online
1999-2009© - Associazione culturale Ciberterra - Responsabile Giorgio Plazzotta
I contenuti presenti in questo sito sono di proprietÓ degli autori - Tutti i diritti riservati - All rights reserved
Disclaimer