CONTIS E POESIIS

divider.gif (415 bytes)

Questo agile libriccino (sponsorizzato da Provincia di Udine e Comune di Paluzza) non accampa certo pretese letterarie di prestigio (oltretutto è scritto interamente in friulano), ma si colloca entro quel solco ormai sempre più frequente in Carnia, caratterizzato dalla ricerca e dalla riscrittura di fatti, avvenimenti, personaggi, piccole storie che un tempo animavano la chiusa vita dei nostri paesi e che oggi andrebbero inesorabilmente perduti se qualcuno non pensasse di raccoglierli e conservarli per tramandarli in forma scritta (considerando che la tradizione orale è ormai del tutto scomparsa).

L'autore, che non è nuovo al cimento letterario (ha già pubblicato un piccolo romanzo "d'amorosi sensi" in friulano ambientato in Carnia, dal titolo "Lusôr di lune") si chiama Giacomo Ortis (detto Jacun da sachete) che si dedica anche alla pittura, alla fisarmonica ed alla scultura del legno.

Il libro, che si presenta arioso e e di francescana semplicità, è stato stampato dalla tipografia Cortolezzis di Paluzza che ha impresso all'opera un distinto tratto di nitore e di apprezzabile originalità grafica.

Il contenuto è costituito innanzitutto da una piccola galleria di personaggi di paese che nel secolo scorso avevano vivacizzato, con i loro motti e la loro personalità, la piccola comunità paluzzana. Pelio, Bricje, Santut, Najo, Gjelmo... si affacciano per brevissimo tempo sulle pagine del libro, dicono la loro e scompaiono subito dopo, lasciando al lettore la curiosità di saperne magari di più.

Si ritrovano flash di storia, di leggende antiche, di strambotti dedicati ai vari paesi e frazioni: quest'ultimi rappresentano una vera delizia letteraria perchè riprendono e trascrivono l'antica usanza di sbertucciare gli abitanti dei borghi vicini, attraverso cantilene ritmate che ne sottolineavano gli aspetti negativi; questi strambolots sono dedicati in particolare a Paluce, Tausie, Murzales, Trep, Sudri, Tamau, Naunine, Testeons, Paular, Monai, Comelians...

Un grappolo di poesie dell'autore chiude questo arioso libretto.


home.gif (2935 bytes)

 


Cjargne Online
1999-2009© - Associazione culturale Ciberterra - Responsabile Giorgio Plazzotta
I contenuti presenti in questo sito sono di proprietÓ degli autori - Tutti i diritti riservati - All rights reserved
Disclaimer