AVASINIS
2 maggio 1945
l'ultima strage

 

 

... un lavorone enorme, metodico, puntiglioso, preciso, perciò mai ancora concluso. 

Una vita intera (quella di Pieri Stefanutti) dedicata a questa ultima strage della seconda guerra mondiale avvenuta il 2 maggio 1945 nel piccolo paese di Avasinis, nel Comune di Trasaghis: questa è stata la mia impressione finale dopo aver letto accuratamente tutte le voci bibliografiche setacciate e rigorosamente allineate e raggruppate.

[Mi piace qui ricordare che una analoga strage compiuta quasi nel medesimo giorno (1-2 maggio 1945) ma con protagonisti e cause diverse, avvenne a Ovaro; ed in precedenza, il 21-22 luglio 1944, un analogo eccidio venne perpetrato a Paluzza e dintorni].

La delimitazione geografica è incentrata ovviamente su Avasinis, ma sono frequenti i richiami a elementi carnici, sia riferiti alle azioni delle diverse formazioni partigiane, sia, soprattutto, alle fasi della ritirata tedesca-cosacca per Tolmezzo e la Valle del But.

Non è (ancora) una ricostruzione dei fatti ma un importantissimo e ineludibile elenco dei testi, dei video e dei siti che si sono occupati del fatto, una sorta di preziosa “bussola” per cercare di orientarsi.

 

 

Questo lavoro è reperibile su Amazon (https://amzn.to/2lHuHhY) oppure, contattando direttamente l'autore ([email protected])  è possibile ottenere una versione cartacea.

Il link   https://amzn.to/2lHuHhY  porta alla pagina specifica di Amazon dove è possibile acquistare e quindi scaricare l’ebook nel formato tipico di Amazon, il MOBI.
Per l’altro formato più diffuso, l’EPUB, basta andare su altri siti (Mondadori, Feltrinelli, Kobo…) e fare una analoga ricerca per autore o per titolo.

Dalla presentazione dell'Autore:

"Da anni cerco di documentarmi, cercare testimonianze, riflettere sul doloroso episodio della strage di Avasinis, capitato nell’Alto Friuli durante le ore convulse della fine della Seconda guerra mondiale, il 2 maggio 1945.
Ho cercato poi di muovermi – scrivendo articoli, pubblicazioni, libri – da un lato per far conoscere le dimensioni dell’episodio, spesso poco noto, se non ignorato, nell’elencazione di eventi del genere, dall’altro per continuare a ragionare, raccogliere e confrontare fonti, per cercare di chiarire diversi aspetti della vicenda ancora non compiutamente definiti.
Mi è capitato così di raccogliere diverso materiale bibliografico, pur di dimensioni e di rilevanza differenti, che ritengo sia utile condividere, in primo luogo per agevolare il lavoro di quanti fossero intenzionati ad avvicinarsi allo studio delle problematiche legate alla dolorosa vicenda della strage di Avasinis.
Ecco dunque queste “NOTE PER UNA BIBLIOGRAFIA RAGIONATA”, uno strumento sicuramente migliorabile (e più volte viene rinnovato al proposito uno specifico invito) ma forse non inutile.
In questo lavoro si cerca dunque di fornire una bibliografia, il più possibile completa, relativa agli articoli di stampa, ai libri o ai capitoli di libri, ai materiali multimediali, agli articoli pubblicati sulla Rete, che si sono occupati del “caso Avasinis” offrendo, oltre alle classiche elencazioni per autore o per ordine cronologico, anche altre modalità riassuntive, per esempio a seconda del tipo di materiale informativo prodotto o sviluppando specifici sotto-argomenti.
Relativamente alla strutturazione delle parti della bibliografia, in primo luogo vengono presentati gli articoli e i lavori usciti sull’argomento graduandoli a seconda della “intensità”, partendo da quelli che sono interamente dedicati all’episodio per pas-sare a quelli che, sulla stampa o sul web (i collegamenti sono stati controllati alla data del 31 agosto 2019), hanno trattato l’argomento all’interno di più ampie ricostruzioni storiche o che, invece, vi hanno accennato di sfuggita.
Singoli approfondimenti sono dedicati agli articoli pubblicati all’estero, ai materiali multimediali, alla figura di don Francesco Zossi e al suo Diario, alle inchieste giudiziarie, alle rielaborazioni letterarie, con un cenno anche ai fondi archivistici sui quali poter effettuare ulteriori ricerche.
Vi sono poi gli esempi di bibliografia “classica” (ordine alfabetico per autore o titolo) e cronologico. Non viene naturalmente espresso un parere sulle singole citazioni bibliografiche ma di ognuna di esse viene fornito un cenno riassuntivo sul contenuto.
Come già detto, sicuramente il lavoro di ricerca bibliografica non sarà completo: sarò pertanto estremamente grato a quanti vorranno segnalarmi altre voci mancanti
".


Pieri Stefanutti

 

CHI VOLESSE DOCUMENTARSI SU QUESTO TRAGICO EVENTO, POTRA' PRELIMINARMENTE CONSULTARE I SEGUENTI LAVORI CURATI SEMPRE DAL MEDESIMO AUTORE, CUI CI SI POTRA' RIVOLGERE PER EVENTUALI NECESSITA' ([email protected]):

 

 

 

home.gif (2935 bytes)

 


Cjargne Online
1999-2009© - Associazione culturale Ciberterra - Responsabile Giorgio Plazzotta
I contenuti presenti in questo sito sono di proprietÓ degli autori - Tutti i diritti riservati - All rights reserved
Disclaimer