torna home page 
AL "VERTICE DEI BAMBINI DELLE ALPI"  
DI INNSBRUCK  
(11-14 giugno 2003) 
 
 
La nostra classe ha presentato questo lavoro al "Vertice dei bambini delle Alpi", organizzato dal WWF e dalla Cipra a Innsbruck. 
A questo Vertice hanno partecipato ragazzi di tutti gli Stati delle Alpi, dal Principato di Monaco alla Slovenia, per presentare ai governanti le loro richieste per il futuro di queste montagne. Noi abbiamo rappresentato l'Italia e il nostro progetto è stato molto apprezzato.
 
 
Il gruppo dei partecipanti al Vertice
Al lavoro per presentare i progetti al Palazzo dei Congressi di Innsbruck
I nostri quattro rappresentanti
 
PROPOSTE AI GOVERNANTI 
Proposte presentate a Innsbruck, classificate in base ai protocolli della Convenzione delle Alpi 
 
POPOLAZIONE E CULTURA 
                              
Mantenere le tipologie architettoniche in armonia con l’ambiente; 
ristrutturare le vecchie case, utilizzabili per la popolazione locale e i turisti; 
ristrutturare edifici pubblici abbandonati (es. caserme) come musei, sedi per le associazioni o per la costruzione di luoghi di svago (es. piscine, palestre, ecc.); 
mantenere tradizioni e feste popolari; 
allestire musei;                                           
ristrutturare rogge e opifici idraulici per riutilizzarli non solo come musei, ma anche per un utilizzo comune; 
fornire fondi per garantire lo sviluppo dell’artigianato e della gastronomia locale;  
fornire i paesi di punti vendita di prodotti tipici (caseari o altro).       
 
LAVORO:                                                                              
Garantire un lavoro a tutti (possibilmente rispettoso della natura), diminuendo così lo spopolamento; 
fornire finanziamenti alle fabbriche per la costruzione di depuratori, per non rischiare che la fabbrica venga chiusa perché non a norma di legge, rischiando di mandare a casa molti lavoratori.                                                                   
DA PROPORRE ALLA POPOLAZIONE LOCALE 
Educazione ambientale con i ragazzi del posto; 
scambi di idee e iniziative (sempre in armonia con l’ambiente) e di sviluppo sostenibile, con altre zone delle Alpi e non solo; 
parchi e luoghi di gioco per la popolazione e i turisti.                                                   
 
 
PIANIFICAZIONE TERRITORIALE 
 
Parchi e riserve; 
aiuti finanziari per le fabbriche; 
prima di costruire dighe, canali, ecc…, fare un controllo accurato per evitare eventuali disastri; 
organizzare mezzi pubblici per andare a sciare; 
migliorare i trasporti pubblici; 
migliorare la viabilità; 
potenziare i trasporti su rotaie; 
incentivare la ricerca per automobili non inquinanti. 
 
TURISMO 
 
Piste ciclabili; 
ridurre il numero dei turisti sulle piste da sci;  
incentivare ristoranti di gastronomia tipica e biologica; 
ristrutturare opifici e rogge; 
incentivare gli agriturismi; 
modernizzare gli impianti sciistici (ecocompatibili); 
ristrutturare edifici pubblici abbandonati (caserme) per fornire servizi (piscine, palestre);  
creare musei;  
mantenere artigianato e gastronomia tradizionali; 
allestire punti vendita di prodotti caseari. 
 
 
FORESTE MONTANE 
 
Pulire boschi e sistemare sentieri; 
educazione ambientale (in collaborazione con i ragazzi del posto); 
tutelare le specie a rischio; 
creare parchi e riserve; 
curare i boschi e garantire l'accesso della popolazione al legname secco.