torna home page 
 
 
LE MALATTIE VEICOLATE DALL'ACQUA 
 
 
I servizi sanitari mondiali identificano cinque tipologie di malattie legate all’acqua:  
 
1.      malattie batteriche e virali trasmesse attraverso l’acqua contaminata (tifo, colera, dissenteria, gastroenterite ed epatite);       
2.      infezioni della pelle e degli occhi dovute all’acqua contaminata (tracomi, lebbra, congiuntivite e ulcere); 
3.      parassitosi legate all’acqua; 
4.      malattie dovute ad insetti vettori, che si moltiplicano in ambienti umidi, ad esempio mosche e zanzare (malaria);    
5.      malattie dovute a mancanza di igiene (taeniases).       
 
La causa principale di molte malattie degli adulti e dei bambini è la scarsità di acqua e la sua mancata potabilizzazione.  
Infatti, se si migliorassero le condizioni di igiene e si purificasse l’acqua potabile, potrebbero essere salvate ogni anno 5 milioni di persone, che muoiono per questi problemi.        
 
In diverse zone del mondo, con un’elevata densità di popolazione, manca l’acqua.  
Nelle aree urbane un  problema crescente è l’aumento della popolazione povera. Il 30-60% della popolazione urbana non ha accesso alle risorse idriche della città.  
In Sud America, ad esempio, mancano i sistemi di rifornimento idrico nelle baraccopoli e l’acqua è 11 volte più inquinata che in Europa. In particolare vengono colpiti i bambini, che sono i più vulnerabili alle malattie.       
 
Una delle malattie più gravi è la malaria che causa il più alto numero di morti nel mondo, in Africa, America Latina e Asia.       
      
 
A cura di: Nicola De Conti e Vanessa Flospergher 
TORNA INIZIO PAGINA